Subito 50mila euro per l’emergenza Nepal

30 aprile 2015

welfare

Il consiglio di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, con l’assenso del collegio sindacale, nella sua ultima seduta ha deliberato in via d’urgenza lo stanziamento straordinario di un importo pari a 50mila euro, destinati a progetti d’aiuto alle vittime del terremoto che ha devastato il Nepal. Il presidente della Fondazione, Karl Franz Pichler, che con procedura d’urgenza ha messo all’ordine del giorno la delibera, ha definito tale decisione quale “segno di un concreto aiuto a tutte le vittime che in questo momento ne hanno un disperato bisogno”.

I fondi saranno messi a disposizione attingendo ad accantonamenti del ”Fondo di Solidarietà“ che la Fondazione ha istituito per interventi di particolare urgenza, un fondo che è stato progressivamente alimentato nel corso degli anni passati. Destinatari di questi fondi sono due organizzazioni che sono insediate in Alto Adige ovvero dispongono di un proprio centro di coordinamento in provincia, con una buona rete di collegamento con i loro partner in Nepal. Si tratta di Medici dell’Alto Adige per il Mondo, con il presidente Toni Pizzecco, il vicepresidente Tanja Nienstedt e il membro del direttivo Manfred Brandstätter, solo per citarne alcuni, e dell’associazione ProNepal, con il presidente Riccardo Ruffini, la sua sostituta Helene Egger Matscher e il comandante del corpo permanente dei Vigili del Fuoco Ernst Preyer.

Entrambe le organizzazioni, a ciascuna delle quali è stata assegnata la somma di 25mila euro, hanno sottoposto delle proposte concrete su come incanalare al meglio i mezzi messi a disposizione verso iniziative concrete d’ aiuto.

tag: Fondazione Cr Bolzano Nepal terremoto