Anziani. A Trieste puntano sulla socialità

3 marzo 2015

welfare

La Fondazione Cr Trieste promuove la settima edizione del “Progetto di socializzazione per anziani”. L’iniziativa, partita nel 2008, si rivolge agli ospiti delle case di riposo della provincia di Trieste. Gli importanti risultati e l'alto gradimento rilevati dalla prima edizione ad oggi hanno spinto la Fondazione a riproporre di anno in anno l'iniziativa ampliandone il pubblico e l’offerta. La settima edizione, che ha preso avvio da qualche giorno, proseguirà fino a gennaio 2016. Musica, intrattenimento e informazione sono al centro del progetto, anche per questo settimo anno.

Confermati i numeri della precedente edizione con 2.550 anziani coinvolti, 34 le strutture che hanno aderito - individuate tra quelle che per dimensioni e tipologia degli ospiti sono in grado di accogliere il programma - 250 gli spettacoli teatrali e musicali proposti e oltre 134mila le copie del quotidiano Il Piccolo che verranno distribuite a tutte le strutture che ospitano anziani. Sempre solide le partnership con “L'Armonia - Associazione tra le Compagnie teatrali triestine”, che si occupa dell’organizzazione degli spettacoli teatrali, con il Conservatorio di musica Giuseppe Tartini e con la Glasbena Matica di Trieste, i cui giovani musicisti si esibiranno nei concerti dedicati agli ospiti delle case di riposo, presenti fin dalla prima edizione.

Anche quest'anno è la musica a fare da filo conduttore delle diverse proposte elaborate, la musica che tocca le corde dei ricordi, che rallegra, che diverte e intrattiene. Il calendario di questa edizione propone, infatti, ogni mese spettacoli teatrali creati ad hoc per il progetto e che richiamano alla memoria del passato con l'allegria delle canzoni popolari, dialettali e della musica leggera, concerti di musica classica, tenuti da giovani e giovanissimi musicisti del Tartini e della Glasbena Matica. Sempre elevato l’apprezzamento tra gli ospiti delle case di riposo per la distribuzione gratuita di abbonamenti annuali al quotidiano Il Piccolo, consente agli anziani di seguire le vicende locali e nazionali. Il riscontro dell'apprezzamento di questa attività da parte delle case di riposo è stato tale nelle precedenti edizioni che la Fondazione, dallo scorso anno, ha voluto distribuire il quotidiano in tutte le strutture del territorio: oltre 430 gli abbonamenti che verranno messi gratuitamente a disposizione nelle strutture coinvolte per tutta la durata del progetto, per oltre 134.000 copie totali.

«Se guardiamo a tutte le edizioni, i numeri parlano da soli – fa un bilancio Paolo Santangelo, segretario generale della Fondazione Cr Trieste –: oltre 12mila anziani hanno beneficiato del programma di intrattenimento, 1.250 gli spettacoli organizzati e 500mila copie de Il Piccolo distribuite. Gli anziani hanno sempre partecipato con grande interesse ed entusiasmo agli spettacoli teatrali, soprattutto quelli in cui erano presenti canzoni dialettali del passato. Notevole apprezzamento hanno riscosso anche i concerti degli allievi del Conservatorio Tartini e della Glasbena Matica di Trieste, che per il tipo di musica e la durata media dell'esibizione, un'ora, hanno tenuto viva l'attenzione degli anziani. Pertanto per questa settima edizione abbiamo voluto mantenere la stessa formula mantenendo alto, a fronte dei brillanti risultati, il numero di anziani che verranno coinvolti».

 

Link: http://www.fondazionecrtrieste.it/

tag: Fondazione Cr Trieste anziani progetti socializzazione