Invito a palazzo, cento edifici storici aprono al pubblico

2 ottobre 2019

arte e cultura

Sabato 5 ottobre riaprono al pubblico le porte dei palazzi storici delle banche operanti in Italia e delle Fondazioni di origine bancaria, grazie alla XVIII edizione di Invito a Palazzo, la manifestazione promossa dall’Abi e da Acri, che ogni anno, per un’intera giornata, mette in mostra opere d’arte e capolavori conservati nelle sedi storiche e moderne delle banche, delle Fondazioni di origine bancaria e della Banca d’Italia.

Il Presidente dell’Abi Antonio Patuelli, ha dichiarato: “Quando si arriva a diciotto edizioni della stessa manifestazione, si può affermare che l’idea è buona e il risultato è apprezzato. Invito a Palazzo rappresenta un giorno di festa della cultura, in cui vengono messi al centro la passione e l’impegno con cui tutti ci adoperiamo per rendere migliore il tempo e il luogo in cui viviamo. Un impegno, quello delle Banche e delle Fondazioni, che si rinnova ogni giorno. Rendere accessibili luoghi che vengono conservati con sensibilità culturali e passione civile e sociale anche quando sarebbe economicamente più conveniente abbandonare le “storiche“ sedi e trasferirsi in nuove. Questa iniziativa del 5 ottobre rappresenta un’occasione per valorizzare un importante patrimonio storico artistico.”

Il Vice Presidente di Acri, Giuseppe Morandini, ha dichiarato: “Invito a Palazzo è una pregevole iniziativa che per un giorno rende accessibili a tutti parti importanti del nostro patrimonio storico-architettonico. Le Fondazioni di origine bancaria e le Casse di Risparmio associate in Acri partecipano numerose a questa manifestazione perché palazzi storici e monumenti delle nostre città compongono l’eredità preziosa che abbiamo ricevuto dai nostri antenati. In essi è custodito un giacimento unico di memorie e di valori condivisi che rappresenta la nostra identità. Fare in modo che le nostre comunità conoscano da vicino questo patrimonio è la strada maestra per preservarlo, valorizzarlo e consegnarlo intatto alle generazioni future. Da ormai diciott’anni Invito a Palazzo realizza con successo quest’opera di divulgazione."

Alla manifestazione di quest’anno partecipano 100 palazzi, tra cui la sede centrale della Banca d’Italia a Roma (Palazzo Koch), 70 di 24 banche, e 30 di 30 fondazioni di origine bancaria in 62 città su tutto il territorio nazionale. 5 le sedi “in mostra” per la prima volta, che rappresentano un’assoluta novità per i visitatori. Per il terzo anno consecutivo Banche e Fondazioni organizzeranno delle visite guidate che saranno illustrate da giovani studenti delle scuole che si cimenteranno come guide per raccontare ai visitatori la storia delle architetture di palazzi storici e moderni, da quelli rinascimentali, ai barocchi a quelli contemporanei. L’iniziativa “Guida per un giorno”, è un progetto culturale, sostenuto con l’ausilio degli USR - Uffici scolastici regionali - nell’ambito del Progetto MIUR Alternanza Scuola-Lavoro, che ha come scopo la diffusione dell’arte tra i ragazzi delle scuole.

Infine, per il settimo anno consecutivo, le Banche e le Fondazioni hanno deciso di contribuire a stimolare la creatività degli allievi delle Accademie di Belle Arti e degli Istituti di design attraverso il concorso per la realizzazione dell’immagine guida della XVIII edizione di Invito a Palazzo. Quest’anno, la Giuria riunita ha dichiarato vincitore l’Accademia di Belle Arti di Carrara.

Per informazioni sull’iniziativa http://palazzi.abi.it

tag: Abi Acri arte mostra palazzi tesori