Tre Fondazioni insieme lanciano un nuovo fondo d’investimento

1 aprile 2019

welfare

Tre Fondazioni di origine bancaria - Cariverona, Caritro (Trento e Rovereto) e Carima (Macerata) – danno vita a un nuovo fondo di investimento che intende operare in coerenza con gli obiettivi dalle Fondazioni. Si chiama Dea Endowment Fund e ha una dotazione iniziale pari a circa 75 milioni di euro. L’iniziativa si colloca nel più ampio contesto di intervento delle Fondazioni che hanno l’esigenza, da un lato, di tutelare l’azione a favore dell’economia reale e, dall’altro, di diversificare i propri investimenti nel mondo dei private asset anche a livello internazionale. «Si tratta di un segnale di positiva collaborazione tra Fondazioni – commenta Rosaria Del Balzo Ruiti, Presidente della Fondazione Carima -, peraltro Fondazioni inserite in ambiti geografici e di dimensioni differenti.

Un elemento che interpreta al meglio lo spirito promosso dalla più recente normativa di riferimento quale il Protocollo Acri/Mef, dando vita ad un bell’esempio di virtuosa sinergia». Dello stesso parere anche Michele Iori, Presidente di Fondazione Caritro che spiega quanto «una strategia di sistema tra le Fondazioni bancarie sia una politica lungimirante per lo sviluppo dei territori» «L'orientamento del nuovo fondo di fondi all’investimento sia nel capitale di rischio sia nel debito delle imprese ad alto potenziale di sviluppo, oltre che all’investimento in infrastrutture – conclude Matteo Franchetto, Responsabile dell’area finanza di Cariverona -, conferma l’attenzione agli investimenti nell’economia reale anche attraverso processi di rilancio e di ristrutturazione delle imprese». Intanto altre Fondazioni hanno già manifestato interesse a partecipare al Fondo.

 

tag: Protocollo Acri-Mef fondo investimento private asset