Fondazione Cariverona lancia il “Bando Servizi di prossimità”

7 marzo 2019

welfare

Servizi agli anziani, agli invalidi, a persone svantaggiate e a minori in difficoltà. Queste alcune delle attività previste dal “Bando Servizi di prossimità” voluto dalla Fondazione Cariverona per aiutare le fasce più fragili della popolazione costruendo un tessuto di solidarietà e assistenza concreta. Con una dotazione di 1,6 milioni l’anno, con un importo massimo richiedibile di 20mila euro l’anno, il bando incentiva iniziative nei territori di competenza della Fondazione (Verona, Vicenza, Belluno, Ancona e Mantova) da parte di organizzazioni del terzo settore che vogliano partecipare presentando progetti di dimensioni contenute, ma efficaci per offrire risposte ai bisogni sociali di prossimità.

Le progettualità dovranno essere finalizzate a prevenire ed intercettare precocemente possibili situazioni di fragilità e di bisogno; intraprendere azioni di responsabilizzazione e di coinvolgimento attivo dei beneficiari; promuovere l’integrazione dei diversi soggetti e contrastare situazioni di emarginazione e abbandono; rafforzando i legami di vicinanza e di supporto anche attraverso processi di mutuo aiuto; favorire forme diversificate di raccolta fondi con l’obiettivo di garantire una maggiore sostenibilità nel tempo delle azioni attuate anche promuovendo una maggiore visibilità e conoscenza delle iniziative da parte della collettività.

Le iniziative proposte alla Fondazione saranno valutate in base all’attinenza e aderenza all’obiettivo e alle finalità del bando, al grado di urgenza sociale a cui il progetto risponde, all’incidenza dell’iniziativa sul territorio di riferimento in termini di ampiezza delle ricadute e dei soggetti coinvolti, all’esperienza pregressa dell’ente richiedente e/o della rete di partner nella gestione di attività sui temi proposti e infine alla completezza documentale.

Per tutte le informazioni relative al bando 

tag: Fondazione Cariverona servizi di prossimità urgenza sociale assistenza