Giovani ricercatori da tutto il mondo all’Università di Cagliari

26 febbraio 2019

istruzione

Grazie ai fondi stanziati da Acri all’interno del progetto Young Investigator Training Program, l'Università di Cagliari potrà invitare un pool di 15 promettenti studiosi provenienti da tutto il mondo nell’ambito della seconda edizione della conferenza internazionale Ieee-Aike su “Artificial intelligence and knowledge engineering”.

Dal 3 al 5 giugno 2019 i ricercatori potranno presentare i loro lavori presso l’Università di Cagliari, eccellenza nel campo dell'intelligenza artificiale con il dipartimento di matematica ed informatica (Dmi) capofila del progetto che coinvolge sette accademie italiane.

Tra i quindici selezionati, due parteciperanno per un mese al programma di studi con i ricercatori del Dmi. L'ateneo di Cagliari è capofila del progetto che associa i dipartimenti di altre strutture di pregio quali Politecnico di Milano, Istituto Icar-Cnr e le Università Roma La Sapienza, Brescia, Genova, Bolzano e Roma 3.

“L’ateneo si conferma centrale nella creazione di un ecosistema di innovazione tecnologica di profilo mondiale. I lavori e le attività che coinvolgeranno questi promettenti giovani ricercatori stranieri, sono linfa pregiata per la scienza e per l’ateneo di Cagliari”, ha dichiarato la professoressa Morelli, delegata alla Ricerca scientifica.

https://www.unica.it/unica/it/news_notizie_s1.page?contentId=NTZ155618

tag: Ricerca intelligenza artificiale università