Contro le dipendenze, “Usa la bussola”

15 febbraio 2019

welfare

La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha lanciato il nuovo bando “Usa la bussola” per affrontare il tema tanto attuale quanto complesso delle dipendenze giovanili attraverso il sostegno a progetti di prevenzione.

Le dipendenze da alcol e droghe spesso si legano alle cosiddette nuove dipendenze, quelle alle nuove tecnologie talvolta meno riconoscibili ma altrettanto dannose. Un dato particolarmente preoccupante è che la fascia più vulnerabile dal punto di vista delle dipendenze è quella dei giovani, basti pensare che in Umbria tra gli studenti tra i 15 e i 19 anni il 41,4% gioca d’azzardo. Per quanto riguarda la dipendenza da cannabis si riscontra un numero di segnalazioni di assunzione alla Prefettura di Perugia che tocca una percentuale del 12% tra i minorenni di età compresa tra i 15 e i 17 anni, percentuale che sale al 46% tra i giovani tra i 18 e i 20 anni. 

Come dice il titolo stesso, “Usa la bussola” vuole essere un’occasione di orientamento  sulle tipologie e sulle evoluzioni delle vecchie e nuove forme di dipendenze, sui fattori di rischio e sulle inevitabili ripercussioni non solo sui ragazzi ma anche sulle famiglie, sul mondo della scuola e sull’intero contesto sociale. Attraverso il bando la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia intende sostenere progetti realizzati dalle Scuole secondarie di primo grado proprio per contrastare l’emergere di fenomeni di dipendenza, molti dei quali, come quelle da gioco e da cibo, si sviluppano in età sempre più bassa.

«Il bando – come sottolineato dalla vicepresidente della Fondazione Cristina Colaiacovo – è frutto di un continuo confronto con i dirigenti scolastici degli Istituti del territorio e con l’Ufficio scolastico regionale attraverso il quale abbiamo identificato nelle dipendenze giovanili una delle principali fragilità sociali su cui intervenire, vuole essere uno strumento di orientamento per offrire una risposta educativa, e non emergenziale, a tali fenomeni, coinvolgendo gli studenti in prima persona».

Una caratteristica peculiare del bando, per quale sono stati stanziati 150mila euro,  è il coinvolgimento attivo dei ragazzi che, al termine del percorso, dovranno realizzare un “prodotto educativo” come uno spettacolo teatrale, un cortometraggio, un murales, un brano musicale, un racconto,  un “brand” o qualsiasi altra iniziativa che possa promuovere uno stile di vita sano. La Fondazione sceglierà i tre migliori “prodotti educativi” e le scuole vincitrici otterranno premi in denaro da 10mila euro per il primo classificato, 8mila per il secondo e 5mila per i il terzo da destinare al potenziamento dell’attività didattica. 

https://www.fondazionecrpg.com/giovani-in-balia-di-tossicodipendenza-alcol-e-gioco-dazzardo-la-fondazione-apre-un-bando-per-la-prevenzione/

tag: Dipendenze Giovani Orientamento Scuola