Al via la seconda fase progettuale dell'iniziativa Accompagnami

25 gennaio 2019

welfare

All’interno del programma Welfare a km zero  della Fondazione Caritro, volto a sviluppare una serie di interventi per le realtà del Terzo settore sui temi dell’imprenditorialità sociale, riparte in Trentino la seconda fase progettuale dell’iniziativa Accompagnami. L’obiettivo del programma è quello di rafforzare la cultura e la pratica del welfare generativo in Trentino, a fronte della diminuzione delle risorse destinate a questo settore. Per questa ragione la Fondazione Caritro ha coinvolto attivamente diversi enti, istituzioni e realtà che hanno firmato un protocollo d’intesa per la sperimentazione di questa nuova iniziativa con l’obiettivo di promuovere percorsi di innovazione sociale, generando nuove risorse per la comunità e sostenendo la collaborazione tra diversi soggetti.

 

Accompagnami è un percorso di avvicinamento e accompagnamento per enti del Terzo Settore che intendono sviluppare imprese sociali esistenti e/o in fase di avvio. Nella prima delle tre fasi del percorso si sono svolti 6 incontri laboratoriali che hanno visto la partecipazione in media di 26 persone e 20 realtà differenti. 18 realtà hanno presentato la loro proposta progettuale per poter accedere alla fase successiva ma saranno di fatto 7 le proposte progettuali che da metà febbraio entreranno nella fase 2 del percorso iniziando un periodo di accompagnamento/tutoraggio per la stesura di un piano di sviluppo dell’idea di impresa sociale.

 

«Confido nella sensibilità delle organizzazioni firmatarie del protocollo di essere parte attiva del progetto mettendo a disposizione competenze a favore dell’apprendimento e del tutoraggio - ha dichiarato Filippo Manfredi, direttore di Fondazione Caritro -. Questa iniziativa permette di sviluppare opportunità ed occasioni di confronto tra le diverse prospettive e punti di vista di manager di realtà imprenditoriali e realtà non profit, attraverso esperienze sul campo per avviare imprese sociali con importanti potenzialità di impatto sociale».

 

La fase 3 del progetto prevede un periodo di 8 mesi per l’avvio della realizzazione esecutiva dei piani di sviluppo delle imprese sociali. Anche in questa fase si prevede un affiancamento sul campo da parte di esperti provenienti dal sistema imprenditoriale, con il coinvolgimento di giovani stagisti che svolgono percorsi qualificati di formazione superiore.

 

Foto: https://unsplash.com/photos/YXemfQiPR_E

 

 

tag: Welfare Imprese comunità