250 progetti contro la povertà educativa

30 novembre 2018

welfare

Si è conclusa presso la Camera dei deputati, alla presenza della vicepresidente Maria Edera Spadoni, la manifestazione nazionale itinerante #ConiBambini - Tutta un’altra storia, che ha presentato in tutta Italia (con tappe a Torino, Reggio Emilia, Milano, Napoli, Brindisi e Catania) il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Nato grazie all’accordo tra Fondazioni di origine bancaria, Terzo settore e Governo, il Fondo ha messo a disposizione 360 milioni di euro in tre anni (2016-2018) per contrastare concretamente il fenomeno nel Paese. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud, che ha pubblicato tre bandi (Prima Infanzia 0-6 anni, Adolescenza 11-14, Nuove Generazioni 5-14 anni), selezionando circa 250 progetti, sostenuti con un contribuito complessivo di 202 milioni di euro. Gli interventi, che hanno un raggio di intervento regionale e interregionale, hanno messo in rete 27.500 organizzazioni tra Terzo settore, mondo della scuola, università, istituzioni locali, privati, coinvolgendo 480mila bambini e ragazzi, che vivono in condizione di disagio, insieme alle loro famiglie.

«
Oltre a dare conto dei primi risultati di un’iniziativa molto importante e innovativa, quale il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile – ha spiegato Carlo Borgomeo, presidente dell’impresa sociale Con i Bambini – la manifestazione alla Camera è anche un momento di denuncia sulla gravità del fenomeno della povertà educativa. Su questo problema diffuso nell’intero Paese, ma con situazioni da allarme sociale in alcune aree del Mezzogiorno, l’opinione pubblica non è adeguatamente attenta. Non si tratta solo di combattere insopportabili disuguaglianze – ha concluso Borgomeo - ma di evitare di bruciare il nostro capitale umano, senza il quale è inutile parlare di sviluppo ».

Gli ha fatto eco Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore: «
Oggi i minori in condizione di povertà assoluta nel nostro Paese sono oltre 1 milione e 200mila. Un dato gravissimo che ha pesanti ricadute anche sul piano educativo. Una famiglia povera non può permettersi di investire nella formazione – istruzione e cultura – dei propri figli, se non in misura residuale. Allo stesso tempo il quadro dell’offerta di servizi educativi per l’infanzia è tutt’altro che roseo. Due aspetti, questi, tra loro strettamente interconnessi e per i quali il Fondo rappresenta un importante contributo a sostegno di iniziative promosse dal Terzo settore, con istituti scolastici ed enti pubblici, finalizzate ad attivare processi di lungo termine per la crescita e la formazione dei minori».

Per Giorgio Righetti, direttore generale di Acri: «
In un contesto di deprivazione economica, la povertà educativa, che ne è diretta conseguenza, rischia a sua volta di divenire causa di futura fragilità, in una sorta di “trappola” in cui le due povertà si alimentano a vicenda e dalle quali risulta pressoché impossibile affrancarsi. Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, alimentato dalle Fondazioni di origine bancaria, ha voluto e vuole arginare questo fenomeno, con uno sforzo, non solo economico ma anche culturale e civile».

Nel corso della giornata, sono state raccontate alcune esperienze nell’ambito dei progetti selezionati da Con i Bambini: “Stelle di periferie”, progetto che opera in alcuni municipi di Roma intervenendo sugli adolescenti; “La barchetta rossa e la zebra”, promosso dalla Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus, per favorire la relazione tra figli e genitori detenuti nelle Case Circondariali di Genova; “Resiliamoci”, progetto che interessa 67 comuni marchigiani colpiti dal sisma; “Primai”, che coinvolge le province di Foggia, Crotone e Frosinone, con attività per minori e famiglie a rischio. Le storie e le esperienze selezionate da Con i Bambini sono consultabili sul portale dei progetto www.percorsiconibambini.it

Durante l’incontro alla Camera dei Deputati è stato, inoltre, presentato lo spot sociale sulla povertà educativa minorile promosso da Con i Bambini. Il video è stato realizzato con l’amichevole partecipazione di Maria Grazia Cucinotta e vede protagonisti i cittadini di un intero paese, Boville Ernica in provincia di Frosinone, in una rappresentazione, ironica e accessibile, di “comunità educante” che si mobilità per contrastare la povertà educativa minorile. Infine, è stato presentato l’e-book “#Conibambini - Tutta un’altra storia”, che raccoglie i migliori 24 racconti di autori under18 che hanno partecipato all’omonimo contest letterario, selezionati da una giuria di scrittori composta da Carlo Lucarelli, Chiara Gamberale, Giovanni Tizian e Manuela Salvi.



"Fondazioni" novembre-dicembre 2018

tag: Fondazione Sud progetti povertà fondi interventi