Un villaggio a prova di Alzheimer

4 luglio 2018

welfare

Si tratta di un progetto assolutamente innovativo, il primo in Italia e il secondo in Europa, realizzato in tempi record, grazie alla Fondazione di Comunità Monza e Brianza, a Fondazione Cariplo e alle tante persone che si sono impegnate con entusiasmo. Si chiama “Il paese ritrovato” ed è un villaggio che sfida l’Alzheimer puntando sull’autonomia possibile delle persone, aiutando gli anziani a vivere in libertà e nel contempo assicurando loro la cura e l’assistenza necessaria grazie a un’attenzione particolare ai supporti tecnologici e agli aspetti relazionali. È una vera e propria cittadina di 14mila metri quadrati, con vie, piazze, giardinetti, negozi, teatro, chiesa, pro loco, un orto e gli appartamenti. Nel Paese ritrovato ogni particolare è stato pensato per aiutare le persone a ritrovare la strada di casa senza timore e orientarsi all’interno del paese. Gli 8 appartamenti esistenti possono ospitare complessivamente fino a 64 inquilini e coniugano spazi privati e luoghi per la vita comunitaria. Gli abitanti del villaggio saranno costantemente assistiti da un pool di 55 persone composto da medici, infermieri, operatori sanitari e animatori. La struttura è gestita dalla cooperativa La Meridiana ed è stata dedicata a Ezio Piovan, scomparso nel 2015, uno tra i principali promotori della Fondazione di Monza e Brianza. Questa dedica è un pubblico riconoscimento, da parte del Terzo settore locale, della visione di Piovan, sempre attivo nell’alimentare il dialogo e il confronto per promuovere nuove sinergie per il benessere della comunità.

"Fondazioni" maggio-giugno 2018

tag: Fondazione Cariplo Alzheimer welfare anziani