Diventare medici con l’Africa

4 luglio 2018

welfare

Perché un giovane studente di Medicina sceglie di trascorrere un periodo in Africa? Cosa trova in un’esperienza così forte e lontana? Lo si può chiedere agli 80 studenti che negli ultimi due anni sono partiti grazie al progetto “Diventare Medici con l’Africa”, nato da una collaborazione tra l’ong Medici con l’Africa Cuamm, Fondazione Crt e Sism - Segretariato Italiano Studenti Medicina. I partecipanti (per il 2018 ci sono ancora 20 posti disponibili e ci si può candidare sul sito www.wolisso.sism.org) fanno un’esperienza sul campo in uno degli ospedali nell’Africa sub-Sahariana in cui opera l’ong, in diversi reparti, dalla pediatria alla maternità, alla chirurgia. Quest’esperienza arricchisce i giovani medici tanto sul piano umano quanto su quello professionale, favorendo l’inserimento lavorativo in ambito sanitario. «I ragazzi che partecipano a “Diventare Medici con l’Africa” sono i nostri “ambasciatori” nel mondo dell'importanza di costruire ponti e non muri”»: commenta Anna Ferrino, vicepresidente della Fondazione Crt. Nata nel 1950, Medici con l’Africa Cuamm è la prima ong in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane. Realizza progetti a lungo termine in un’ottica di sviluppo, intervenendo con questo approccio anche in situazioni di emergenza, per garantire servizi di qualità accessibili a tutti. In 65 anni di storia ha inviato in 41 paesi africani oltre 1.600 medici, che hanno prestato il loro servizio in più di 200 ospedali.

"Fondazioni" maggio-giugno 2018

tag: Fondazione Crt Medici con l’Africa Cuamm cooperazione Africa