Alternanza Scuola-Lavoro. Si amplia la sperimentazione della Fondazione di Venezia

28 novembre 2017

istruzione

Riparte e si amplia “Tutta un’altra Asl”, l’originale programma di alternanza scuola-lavoro lanciato lo scorso anno da Fondazione di Venezia e Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto. Si tratta di un’iniziativa nata per agevolare l’incontro tra i licei e le aziende o istituzioni che possono proporre percorsi di alternanza scuola-lavoro di alto livello. Dal 2015, infatti, la legge prevede che tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di secondo grado, a partire dalle classi terze, debbano prevedere simili percorsi come parte integrante dei programmi educativi. Ma spesso le scuole si trovano di fronte all’oggettiva difficoltà di individuare partner di qualità e definire percorsi formativi adeguati. Da qui prende origine il progetto Tutta un’altra Asl, con il quale la Fondazione di Venezia si propone come piattaforma di coordinamento tra scuola e soggetto ospitante. Finora sono dodici gli enti coinvolti nell’iniziativa. Tra questi ci sono: Gallerie dell’Accademia, Fondazione Teatro La Fenice, Marsilio Editori, Coldiretti Venezia, Collezione Peggy Guggenheim. Con tutti questi soggetti l’Ufficio Scolastico Regionale ha definito percorsi di alternanza scuola-lavoro mirati che hanno l’obiettivo di potenziare l’autonomia e il senso di responsabilità degli studenti.

Per l’anno scolastico 2017/2018, il progetto Tutta un’altra Asl coinvolge anche la Fondazione Cassamarca e la Fondazione Cariparo, che estendono così sui loro territori (le province di Treviso, Padova e Rovigo) la formula sperimentata finora nella sola provincia di Venezia. Saranno anch’esse coordinatrici sui loro territori tra mondo della scuola e realtà ospitanti. L’esperienza di Tutta un’altra Asl si sta affermando, dunque, come un modello di successo che può essere replicato in altri contesti. Lo scorso 28 novembre uno degli enti ospitanti individuati dalla Fondazione di Venezia, la Fondazione Peggy Guggenheim, è stato convocato su quest’esperienza in audizione dalla Commissione Cultura della Camera dei Deputati nell’ambito di un’indagine conoscitiva sulle buone pratiche di diffusione della cultura.

«La partnership consolidata con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto – dichiara Giampietro Brunello, presidente della Fondazione di Venezia – ci permette di rafforzare il nostro impegno nei confronti delle giovani generazioni, nell’intento di contribuire a una formazione che unisca al sapere, il saper-fare. La prosecuzione e l’ampliamento di un progetto così virtuoso conferma la vocazione dell’ente ad essere soggetto attivo negli ambiti in cui opera e sempre più un riferimento anche per le altre Fondazioni di origine bancaria».


"Fondazioni" novembre-dicembre 2017 

 

tag: Fondazione Cr Venezia progetti giovani territorio scuola lavoro