Formazione di qualità per giornalisti e uffici stampa

27 novembre 2017

istruzione

La funzione fondamentale dell’informazione va fatta conoscere correttamente ai giovani e non solo per indirizzarli verso le professioni della comunicazione, ma per dare loro chiavi di lettura più ampie del mondo che li circonda. Con quest’intento la Fondazione Carisal, presieduta da Alfonso Cantarella, ha deliberato un contributo e il patrocinio per la realizzazione del doppio corso in “Alfabetizzazione giornalistica” (in 12 lezioni, coordinato dal giornalista Gigi Di Mauro) e in “Comunicazione istituzionale, uffici stampa e giornalismo social” (in 11 lezioni, coordinato dalla comunicatrice Annamaria Barbato Ricci), organizzati dall’Associazione EsseInfo di Nocera Inferiore, col sostegno del Comune di Nocera Inferiore. I corsi, a numero chiuso, partiti lo scorso 20 novembre, sono destinati a 100 giovani laureati e laureandi, nonché a 30 studenti dell’ultimo anno del Liceo Classico e Linguistico “G. B. Vico” della città salernitana, nella cui aula magna si terranno fino al 28 maggio 2018, a lunedì alterni.

Inoltre, due interessanti convegni, accolti nella sala consiliare del Comune di Nocera Inferiore, fungono da lezione comune ai due percorsi formativi: il primo, sulle fake news e la loro diffusione, si è svolto lo scorso 20 novembre e ha visto la partecipazione del debunker David Puente, dei giornalisti Gabriele Bojano (Il Corriere del Mezzogiorno), Alessandro Di Liegro (Il Messaggero) e Antonello Velardi (Il Mattino), nonché del social media manager di Pubblicità Progresso Piermatteo Grieco, con le conclusioni dell’Assessore regionale ai Fondi europei e alle Politiche giovanili, Serena Angioli.

Il convegno finale del 28 maggio riguarderà l’informazione sull’Ue: nel panel sono previsti l’ex deputato europeo Alfonso Andria, Carlo Curti Gialdino (ordinario di Diritto e Istituzioni dell’Unione europea alla Sapienza, Università di Roma) e Roberto Santaniello (Responsabile per la Comunicazione della Rappresentanza italiana della Commissione europea), oltre che dalla stessa assessore Angioli.

Numerosi i patrocini morali per questa iniziativa formativa: sono quelli della Rappresentanza italiana della Commissione europea, dell’Assessorato regionale ai Fondi europei, Politiche Giovanili, Cooperazione Europea, Bacino Euro-Mediterraneo della Regione Campania, della Provincia di Salerno, dell’ Ucsi (Unione Stampa Cattolica Italiana), del MUGI (Movimento Unitario Giornalisti), dell’Assostampa “Provincia di Salerno” e dell’Assostampa “Campania Valle del Sarno”.

Molto nutrita e prestigiosa la rosa degli oltre 40 docenti: si va da Giampiero Gramaglia, già direttore dell’Ansa ad Angelo Scelzo, già sottosegretario di Stato alle Comunicazioni Sociali, dai giornalisti Alessandro Giuli (direttore di Tempi), Salvatore Testa (Agi), Giuseppe Blasi (Rai), Stefano Sassi (Rai), Emiliano Fittipaldi (L’Espresso), Vito Faenza (L’Unità, poi Corriere del Mezzogiorno), Fabio Isman (Il Messaggero), ai “comunicatori” Mario Avagliano (capo della Comunicazione dell’ANAS), Federico Fabretti (già capo della comunicazione di FS e Leonardo), Alessandra Ciotti (responsabile dell’ufficio stampa del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio), Paolo Russo (responsabile della comunicazione della Regione Campania), Beppe Sangiorgi (già Commissario presso l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) e, sul tema della comunicazione istituzionale dei Beni Culturali, Mauro Felicori, Sovrintendente della Reggia di Caserta.

 

Link: www.fondazionecarisal.it

Link: www.fondazionecarisal.it

tag: Fondazione Cr Salernitana formazione giornalisti uffici stampa giovani convegni