25 anni di Fondazioni di origine bancaria. Una giornata di riflessione a Perugia

30 giugno 2017

Nessuno

Una giornata di incontro dedicata ai 25 anni delle Fondazioni di origine bancaria a cui prenderanno parte autorevoli relatori, alcuni dei quali che sono stati protagonisti del processo che ha portato alla nascita delle Fondazioni, a partire da Giuliano Amato, giudice Costituzionale e padre della Legge che portò alla separazione dell’attività creditizia – attribuita alle Casse di Risparmio Spa e alle Banche del Monte Spa – da quella filantropica, che rimase invece propria delle Fondazioni di origine bancaria.

Per meglio approfondire il ruolo e le funzioni delle Fondazioni dopo un quarto di secolo di attività e, più in generale, per riflettere sull’evoluzione del sistema bancario nazionale, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha promosso un evento che si tiene il prossimo 7 luglio.

L’iniziativa è articolata in due sessioni: nella mattinata, a partire dalle 10,30, presso la Sala delle Colonne di Palazzo Graziani (Corso Vannucci 47, Perugia) si affronterà il tema “Le Fondazioni 25 anni dopo: gli investimenti correlati alla missione dall’arte al social housing” mentre nel pomeriggio, a partire dalle 16,30 gli interventi si terranno presso la Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, a Perugia, e verteranno su “Le Fondazioni 25 anni dopo: un immenso bene italiano”.

Il programma della mattina si aprirà con i saluti di benvenuto di Catiuscia Marini, presidente Regione Umbria e di Cristina Colaiacovo, vicepresidente Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. A seguire gli interventi: “Gli investimenti e lo sviluppo del territorio” di Mario Nuzzo, vicepresidente di Cassa Depositi e Prestiti Spa; “l patrimonio delle Fondazioni italiane: un confronto internazionale” di Carlo Gentili, amministratore delegato Nextam Partners; “Le opere d’arte delle Fondazioni tra memoria e valorizzazione del patrimonio culturale” di Marco Cammelli, presidente Commissione per le Attività e i Beni Culturali Acri. La sessione si chiude con Sergio Rizzo, vicedirettore de “La Repubblica” che interverrà sul tema “Il futuro delle Fondazioni bancarie: problemi e prospettive”. Modera Giorgio Righetti, direttore generale Acri.

Il pomeriggio i lavori inizieranno alle 16,30 con i saluti di benvenuto Andrea Romizi, sindaco di Perugia, Giampiero Bianconi, presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e Carlo Colaiacovo, presidente onorario Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. A seguire gli interventi di Giuseppe Guzzetti, presidente Acri e Pier Paolo Baretta, sottosegretario Ministero dell’Economia e delle Finanze.
Le conclusioni sono affidate a Giuliano Amato, giudice Corte Costituzionale.

La partecipazione al Convegno è valida ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale, al mattino, per gli iscritti all’Ordine degli Avvocati di Perugia, all’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria, dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Perugia, al pomeriggio, per l’Ordine degli Avvocati di Perugia.

Informazioni: tel. 075 5724563, info@fondazionecariperugiaarte.it 

Scarica il Programma della Giornata

tag: Fondazione Cr Perugia Acri Guzzetti Amato Baretta