Biella e Modena, un accordo nel nome della fotografia

28 giugno 2017

istruzione

Basilico, Jodice, Ghirri e molti altri: a partire da ottobre Palazzo Gromo Losa ospiterà i più bei nomi della fotografia contemporanea grazie ad una speciale convenzione sottoscritta con la Fondazione fotografia Modena, specializzata nello studio e valorizzazione dell’immagine. Un accordo importante per Biella che mette in rete due fondazioni storicamente attive sul tema della fotografia e con una storia per molti versi comune: Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Fondazione Cassa di Risparmio di Biella (unite attraverso la convenzione tra le loro strumentali Fondazione fotografia e Palazzo Gromo Losa srl) oltre all’origine comune dal sistema delle casse di risparmio condividono la mission culturale che le ha portate negli anni a realizzare importanti centri espositivi, collezioni e archivi.

Molto significativa in particolare la collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena che comprende oltre 1.200 immagini dei più importanti fotografi contemporanei italiani e stranieri, oltre a importanti fondi storici che, uniti alle collezioni di altre istituzioni culturali modenesi, andranno a costituire un innovativo “polo dell’immagine” di caratura europea.

Grazie all’accordo a Biella giungerà dunque una selezione di circa 100 immagini dedicata al tema del paesaggio italiano e internazionale, un excursus di fascino declinato da grandi fotografi che con il loro sguardo critico hanno saputo leggere e interpretare i cambiamenti del nostro tempo.

Sempre grazie all’accordo inoltre verrà messa a disposizione una borsa di studio di 12.400 euro a favore di un giovane piemontese (con attenzione particolare ai biellesi) che non abbia superato i 40 anni di età e che intenda specializzarsi all’interno del Master di alta formazione fotografia attivato a Modena nel mese di ottobre. Il candidato sarà selezionato attraverso un bando promosso da Palazzo Gromo Losa srl, in collaborazione con Fondazione Fotografia, rivolto a fotografi, videomaker, studenti e appassionati residenti in Piemonte che dimostrino una spiccata propensione per l’ambito della fotografia, del video e in generale dell’immagine contemporanea.

Le domande per la borsa di studio devono essere inoltrare entro il 20 luglio 2017. Per informazioni sulle modalità di presentazione e di ammissibilità delle domande è possibile rivolgersi a Fondazione Fotografia Modena: t. 059 224418 - formazione@fondazionefotografia.org.

La collaborazione tra le fondazioni di Modena e Biella darà vita inoltre ad un progetto di residenze artistiche nel territorio biellese per giovani fotografi che indagheranno il territorio con uno sguardo nuovo alla ricerca dei suoi punti di forza.

www.fondazionecrbiella.it 

tag: Fondazione Cr Biella Fondazione Fotografia fotografia borse di studio