Borse lavoro per il primo impiego

1 settembre 2014

territori

Quello di cui si lamentano spesso i giovani in cerca di lavoro è che nessuno offra loro un’opportunità per mettersi alla prova e dimostrare quanto valgono. Questo è dovuto da un lato all’inesperienza dei ragazzi che, essendo al loro primo impiego, non hanno particolari competenze da offrire; dall’altro non si può trascurare la difficoltà delle imprese a coprire i costi di assunzione di nuovi lavoratori in questi tempi di perdurante incertezza. In questo contesto la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia ha scelto di intervenire con un’iniziativa sperimentale che si chiama “Borse Lavoro” e che prevede la concessione di un contributo mensile di 600 euro per le aziende che as - su mono un ragazzo tra i 18 e i 29 anni per sei o dodici mesi. Al giovane che potrà portare in “dote” il contributo della Fondazione spetta l’onere di trovare l’azienda interessata a cui proporre la propria candidatura. All’azienda sta il compito di assumere il giovane – nel rispetto della normativa vigente e con regolare retribuzione – e formarlo per il periodo di durata del rapporto di lavoro. Lo stanziamento complessivo della Fondazione Caript per l’iniziativa è di 720mila euro. 

 

 

da “Fondazioni” settembre-ottobre 2014 

tag: Fondazione Cr Pistoia e Pescia formazione giovani contributo