Una nuova sede per il Liceo musicale di Lucca

31 gennaio 2017

istruzione

Lì dove fino a poco più di un anno fa c'era un vecchio convento in gran parte abbandonato e destinato al degrado, ora sorge una scuola nuova di zecca: il Liceo musicale “Passaglia” ha infatti trovato ufficialmente la sua sede nell'antico complesso conventuale di Sant’Agostino, nel centro storico di Lucca, inseguito ad una grande opera di restauro coordinata dalla Provincia e realizzata grazie ad un importante contributo della Fondazione CRL.

«L'operazione "S. Agostino" – spiega il presidente della Fondazione CRL Arturo Lattanzi – è partita nell'autunno del 2013 su impulso della Provincia e ha visto un investimento complessivo di 1,8 milioni euro; risorse in gran parte provenienti dal contributo dalla nostra Fondazione (1 milione circa), da stanziamenti statali (647mila euro), e per la parte residua (166mila euro) da fondi diretti della Provincia».

Si tratta dell’ennesimo cantiere chiuso grazie al sostegno della Fondazione CRL, che ha investito oltre 21 milioni di euro nell’edilizia scolastica provinciale per il restauro, recupero o nuova costruzione di edifici destinati a tutti gli istituti del territorio. Un impegno che si rinnova con un ulteriore investimento di 10 milioni per il triennio 2017-2019.

In Sant’Agostino dagli antichi chiostri si accede oggi alle nuove aule, tutte all’avanguardia dal punto di vista tecnico: la progettazione ha individuato le priorità nel miglioramento della sicurezza statica dell’edificio, nel rispetto dei più avanzati criteri di efficienza energetica e nell’impiego di materiali ecocompatibili. Il tutto recuperando gli elementi storico-architettonici che nel corso degli anni si erano andati perdendo, anche a causa di una serie di interventi che ne avevano alterato le caratteristiche originali.

Trattandosi di un liceo musicale sono state adottate particolari strategie per garantire un'elevata protezione dei fenomeni acustici: intervento di risanamento con coibentazione della copertura, risanamento con coibentazione termo-acustica delle murature e per gli accorgimenti più specifici relativi all'acustica musicale ci si è avvalsi della professionalità dello studio tedesco di Monaco di Baviera, Gerhard Müller, specializzato in ingegneria sonora che, tra l’altro, ha collaborato alla realizzazione dell’auditorium del Parco della Musica di Roma progettato da Renzo Piano. Gli spazi esterni sono stati oggetto di un recupero complessivo che ha riguardato gli ingressi (principale e secondario), le murature, il chiostro (al centro del quale ora c'è un prato all'inglese), il porticato con il pavimento in cotto, il colonnato, il cortile dove una volta c'era un parcheggio per le auto.

Ma il lavoro più delicato e complesso ha riguardato gli spazi interni. Il Liceo musicale potrà ora disporre di una sala per la musica d’insieme di oltre 100 mq; una sala riunioni dei professori, un’aula di tecnologie sonore, 5 aule per la didattica di superficie e ben 9 aule per le lezioni di strumento. A questi si aggiungono anche 2 ampi spazi al piano terra per le prove di strumento, mentre negli ampi corridoi dell’antico immobile sono stati ricavati locali per i docenti e spazi per incontri con i genitori e per la sosta. Completano il quadro dei lavori di restauro funzionale e adeguamento del vecchio edificio alcuni interventi riguardanti la sicurezza con l’installazione di impianti antintrusione e videosorveglianza, un grande ascensore per salire dal piano terra al primo piano, nonché la segnaletica di emergenza per le via di fuga, e l’allestimento degli arredi per le aule di strumento e il piccolo “auditorium”.

Per cercare di rendere il progetto di restauro più rispondente possibile alle esigenze della didattica musicale del Passaglia, la Provincia ha attivato a suo tempo un utile confronto tra progettisti, tecnici dell’impresa affidataria, docenti ed alcuni rappresentanti degli studenti che, passo dopo passo, hanno valutato le proposte progettuali apportando il proprio contributo al fine di rendere l’intervento il più allineato possibile alle specifiche esigenze degli alunni del liceo musicale. E' sorto, infatti, un Comitato Tecnico che ha collaborato coi progettisti e i tecnici per concertare decisioni in merito agli allestimenti interni, monitorando inoltre l’andamento dei lavori in modo da mantenere vivo e costante il contatto fra le attività di cantiere e la scuola.

 

 

Link: www.fondazionecarilucca.it

tag: Fondazione Cr Lucca restauro progetti allestimenti cantiere scuola studenti