Per l’autonomia e l’inclusione dei disabili psichici

18 gennaio 2017

welfare

Con il Bando Socio Sanitario rivolto alle organizzazioni del terzo settore meridionali (giunto alla terza edizione) la Fondazione con il Sud nei prossimi mesi sosterrà la realizzazione di 12 progetti per rafforzare e ampliare l’offerta di servizi rivolti ad anziani con demenza senile e giovani con disabilità psichica. Si tratta di  due fasce della popolazione portatrici di una crescente domanda di interventi e prestazioni assistenziali, che hanno un considerevole impatto economico. Nel nostro Paese, infatti, le demenze senili riguardano oltre 1 milione di persone e i disturbi mentali più di 9 milioni. La richiesta di servizi personalizzati, finalizzati all’autonomia e all’inclusione sociale, è strettamente connessa al riconoscimento del diritto dei cittadini con disabilità a partecipare in modo pieno ed effettivo alla società. I progetti, che saranno sostenuti dalla Fondazione con il Sud con 4,3 milioni di euro, coinvolgeranno oltre 100 organizzazioni tra cooperative sociali, associazioni, enti profit e locali. I beneficiari saranno circa 300. I progetti prevedono attività finalizzate all’integrazione socio-lavorativa, dall’avvio di centri socio-educativi e di percorsi formativi per l’inserimento professionale di giovani con disabilità psichica (in ambito agricolo, turistico, florovivaistico) ad attività ricreative, di cura e assistenza per anziani affetti da demenza senile. Con le precedenti edizioni del bando la Fondazione con il Sud ha sostenuto complessivamente 25 progetti in ambito socio-sanitario, per i quali ha finalizzato circa 9 milioni di euro. In particolare è intervenuta sul tema della disabilità psichica e del “dopo di noi”.

 



"Fondazioni" gennaio-febbraio 2017 

 

tag: Fondazione Sud welfare disabili