IntegrAzioni in agricoltura

22 luglio 2016

welfare

Nell’ambito delle iniziative volte all’inserimento socio-lavorativo di persone in gravi situazioni di disagio, la Fondazione Carispezia ha sottoscritto un protocollo d’intesa con Caritas Diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato, Parco Nazionale delle Cinque Terre, Confagricoltura e Confederazione Italiana Agricoltori, per avviare il progetto “IntegrAzioni”, destinato a fornire opportunità lavorative a migranti e persone in condizione di comprovata difficoltà economica.

Il progetto si ispira al modello dell’agricoltura sociale – recentemente disciplinato da una legge del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali – offrendo occasioni di inserimento lavorativo a soggetti svantaggiati e a rischio di esclusione sociale. Un modello che in Italia sta facendo la differenza come motore di innovazione sociale, in quanto connette strettamente l’agricoltura e la salvaguardia del territorio con il welfare locale, facendole diventare uno strumento di coesione territoriale e di sviluppo.

“IntegrAzioni” affronta il crescente bisogno di sviluppare percorsi di integrazione e inclusione destinati ai migranti – oggi sono circa 500 quelli dislocati in tutto il territorio spezzino – che necessitano di strumenti e competenze spendibili in contesti occupazionali mirati. Il progetto prevede attività di formazione e di inserimento lavorativo finalizzate alla salvaguardia del territorio e allo sviluppo di attività agricole.

Fondazione Carispezia ha stanziato l’importo di 100mila euro complessivi per il finanziamento di voucher destinati a 10/15 persone selezionate dalla Caritas, che – attraverso la Cooperativa sociale La Piccola Matita Onlus – ne gestirà le attività di formazione e di inserimento lavorativo. Il Parco Nazionale delle Cinque Terre, Confagricoltura e Confederazione Italiana Agricoltori sono partner fondamentali del progetto per quanto riguarda l’attività di formazione e il supporto logistico sul territorio. Fondazione Carispezia ha inoltre ottenuto la disponibilità dei Comuni di La Spezia, Sarzana, Castelnuovo Magra, Ortonovo, Beverino, Brugnato, Calice al Cornoviglio e Sesta Godano, nonché del Consorzio di Bonifica e d’Irrigazione del Canale Lunense e della Fondazione Manarola Cinqueterre, di avvalersi dei destinatari del progetto “IntegrAzioni” per interventi di manutenzione e altri servizi di salvaguardia ambientale nei rispettivi territori.



"Fondazioni" maggio-giugno 2016

tag: Fondazione Cr La Spezia progetti integrazione migranti poveri agricoltura