L’occhio di Bazzoni sulle bellezze d’Italia

20 aprile 2016

arte e cultura

Dagli scorci di Venezia alle Saline di Trapani, passando per l’Umbria rurale. È un ritratto di un Paese difficile da tutelare ma facile da amare, di una Italia agricola ormai diventata industriale, quello che si delinea visitando la mostra fotografica “Conoscere e amare l’Italia: le trasformazioni del Paese attraverso le fotografie di Renato Bazzoni, padre del Fai”, promossa dal Fondo Ambiente Italiano e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. L’esposizione itinerante fa sosta a Perugia, presso Palazzo Baldeschi, fino al prossimo 25 aprile.

«Il nostro Paese non sarà mai abbastanza grato a una personalità – ha affermato Carlo Colaiacovo, presidente della Fondazione Cr Perugia, ricordando Renato Bazzoni – che ha avuto il grande merito di aver svegliato la coscienza di una nazione che, nell’euforia collettiva indotta dal boom economico, rischiava di perdere il senso delle proprie radici e di mettere a rischio il proprio paesaggio, le sue bellezze naturalistiche e il suo patrimonio storico-artistico».




"Fondazioni" marzo-aprile 2016


tag: Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia Fai fotografia