L’innovazione in sanità

15 aprile 2016

sanità

È stata inaugurata all’Ospedale di Pavullo (Mo) una nuova Tac di ultima generazione per la diagnosi dell’ictus acuto. La nuova strumentazione, acquistata grazie al contributo di 450mila euro messo a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, è in grado di eseguire indagini diagnostiche a risoluzioni estremamente elevate. Inoltre permette di ridurre al minimo la dose radiante, fino all’80% rispetto alle Tac di vecchia generazione, ed è capace di elaborare immagini tridimensionali. L’acquisto della nuova strumentazione rientra nell’ambito del progetto Telestroke, un avanzato sistema si teleconsulto e teleradiologia per la diagnosi e il trattamento dell’ictus acuto nei pazienti della provincia di Modena.

L’apparecchiatura è interfacciata alla rete Ris-Pacs dell’Azienda Ausl per l’archiviazione di immagini e referti radiologici a livello provinciale. Quindi, grazie all’inserimento dei dati in rete, il sistema consente di svolgere in tempi rapidi il teleconsulto neurologico da remoto.

Il finanziamento per l’acquisto della Tac innovativa per Pavullo è solo l’ultimo di una serie di interventi deliberati dalla Fondazione Cr Modena per dotare di attrezzature all’avanguardia gli ospedali del territorio modenese. Tra i più recenti ricordiamo: il nuovo angiografo dell’Unità Operativa di Neurologia dell’Ospedale di Baggiovara e il sistema di navigazione per biopsia prostatica del Policlinico di Modena.

 

da "Fondazioni" marzo-aprile 2016          

tag: Fondazione Cr Modena Tac strumentazione finanziamenti territorio