L’albergo storico dell’anno è a Burgusio

24 novembre 2015

territori

«Già da dieci anni la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, in collaborazione con la Sovrintendenza ai Beni Culturali e l’Unione albergatori e pubblici esercenti, conferisce il premio “Albergo storico dell’anno in Provincia di Bolzano”. Tutte le imprese sinora premiate sono sicuramente degli esempi lampanti della straordinaria cultura dell’ospitalità. Tutte le aziende premiate sono inconfondibili, eccellenti e autentiche sia nell’architettura che nella moderna interpretazione della cultura ricettiva».

Con queste parole, la vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, Simona Kettmeir Altichieri, ha inaugurato la conferenza stampa/cerimonia di premiazione del concorso “L’albergo storico dell’anno in Provincia di Bolzano”, giunto alla decima edizione.

I membri della giuria, i vincitori del passato, i rappresentanti del settore turistico, il comparto alberghiero e i media hanno voluto manifestare la loro riconoscenza e congratularsi con i vincitori di quest’anno, la famiglia Theiner (Tenuta zum Löwen di Burgusio, 1° premio), e anche con la famiglia Cristofolini (Hotel Monte Sella di San Vigilio di Marebbe, Riconoscimento speciale) nonché con la famiglia Harald Gasser, che gestisce in seconda generazione il rifugio con il presidente della Cai Bolzano (Schlernhaus/Rifugio Bolzano, Riconoscimento speciale) per gli sforzi compiuti e i meriti acquisiti.

Il sindaco di Burgusio, Ulrich Veith, fa notare che proprio nel contesto rurale, la salvaguardia e il ripristino d’immobili antichi assumono un’importanza determinante, poiché tali strutture non sarebbero concepibili se non utilizzate in chiave moderna da parte dei proprietari ed in modo esecutivo da parte dell’architetto incaricato.

L’albergo “Ansitz zum Löwen” è rimasto inutilizzato e disabitato e lasciato cadere in rovina, per molti anni. Con l’obiettivo di destinarlo nuovamente al settore ristorativo e di integrarlo nell’Hotel “zum Weißen Kreuz”, nel 2011 hanno avuto inizio i lavori di ristrutturazione. Quali condizioni per il risanamento la sovrintendenza ha stabilito la salvaguardia di facciate, planimetria, soffitti, volte e dotazioni delle sale. Con gli architetti Elke Ladurner e Stephan Marx è stato messo a punto una proposta per l’utilizzo dell’edificio, dando progressivamente forma all’idea di riconvertire l’immobile in un’azienda ricettiva con suite e camere spaziose. Al pianterreno fu previsto un bar con negozio adiacente nonché l’associazione turistica locale.

Nella sua laudatio, la Sovrintendente dott.ssa Waltraud Kofler Engl spiega: «Con la “Tenuta zum Löwen” si è candidato al premio “Albergo storico dell’anno in Provincia di Bolzano” un edificio che non colpisce tanto per la sua continuità come azienda ricettiva, ma piuttosto per l’approccio esemplare con il corpo storico, in combinazione con elementi architettonici moderni».

Informazioni dettagliate e una galleria d’immagini sono consultabili all’indirizzo www.albergostorico.it o nella brochure “L’albergo storico dell’anno 2016”, disponibile presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, in Via Talvera n. 18, l’HGV, in Via Macello 59 e l’Ufficio Beni architettonici e artistici, in Via Armando Diaz 18, Bolzano.

 

Link: www.stiftungsparkasse.it

tag: Fondazione Cr Bolzano alberghi ospitalità ristrutturazioni immobili