2ª Giornata Europea delle Fondazioni, 1° ottobre 2014

 

Il 1° ottobre 2014 l’hanno festeggiata in più di cinquanta città italiane la Giornata Europea delle Fondazioni, lanciata lo scorso anno da Dafne (Donors and Foundations Networks in Europe), l’organizzazione che riunisce le associazioni di fondazioni del continente, e a cui aderiscono in Italia l’Acri, che associa le Fondazioni di origine bancaria, e Assifero, l’associazione che riunisce altre fondazioni ed enti di erogazione. È stata un’occasione per conoscere un po’ meglio le fondazioni: enti spesso ignorati dal grande pubblico, ma che insieme al mondo del volontariato e del terzo settore concorrono ad alimentare e innovare il welfare nel nostro Paese. Alla celebrazione della Gior nata Europea hanno aderito una cinquantina di fondazioni che da nord a sud hanno organizzato eventi, convegni e spettacoli, in cui hanno incontrato le loro comunità a favore delle quali intervengono in diversi campi: dal welfare all’istruzione, dalla cultura all’ambiente.

 

«Le Fondazioni sono un importante attore del non profit del nostro Paese – ha dichiarato Giuseppe Guzzetti, presidente dell’Acri – eppure spesso non sono molto conosciute. La Giornata Europea delle Fondazioni è dunque un’opportunità perché tanti nostri concittadini possano incontrarle da vicino e conoscerle meglio per quello che fanno». Il presidente di Assifero, Felice Scalvini, ha a sua volta commentato così la Giornata: «Auspichiamo che iniziative come quella della Giornata Europea delle Fondazioni e dei Donatori concorrano a generare una rete d’azione in cui filantropia istituzionale, enti pubblici, corporate, associazioni, volontariato e singole persone lavorino insieme per costruire un welfare generativo, collaborativo e inclusivo, efficace e sostenibile per il nostro Paese».

 

Fra gli eventi che le Fondazioni di origine bancaria, associate in Acri, hanno organizzano sui loro territori per celebrare la Giornata Europea delle Fondazioni ne citiamo di seguito molti, forse non tutti.

 

A Parma la Fondazione Cariparma ha promosso il convegno “Verso il welfare di comunità: l’impegno di Fondazione Cariparma”, mentre la Fondazione Monteparma ha organizzato l’incontro “Dal passato per pochi al presente pubblico. Donazioni, iniziative e patrimoni culturali della Fondazione Monteparma”. A Firenze l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e la Consulta delle Fondazioni della Toscana hanno invitato la cittadinanza alla tavola rotonda “Sviluppo e innovazione sociale: nuovi percorsi possibili”. A L’Aquila la locale Fondazione ha programmato l’incontro “L’Aquila capitale degli Appennini. Lo sviluppo del territorio montano come volano dell’economia”. A Salerno la Fon dazione Cassa di Risparmio Salernitana ha organizzato la tavola rotonda “Per una reale sostenibilità nel sociale: quali prospettive?”, un dibattito culturale sui temi del welfare di comunità e dell’innovazione sociale. A Gorizia, promosso dalla Fondazione Carigo, c’è stato il workshop “Obiettivo welfare. Comunità a confronto”, in cui sono stati raccolti spunti e suggerimenti dei partecipanti per indirizzare al meglio la progettualità della Fondazione nei campi lavoro, salute e volontariato. A Bolzano la locale Fondazione ha inaugurato la Casa di Riposo “San Vincenzo”, che ospiterà 62 anziani. A Foggia la Fondazione Banca del Monte ha proposto l’incontro “Welfare di comunità”. A San Miniato (Pi) il 3 ottobre la locale Fondazione ha incontrato gli studenti dell’ultimo anno delle superiori della città (foto grande in alto). A Milano la Fondazione Cariplo e l’Acri hanno organizzato il convegno “Fondazioni di origine bancaria: dalla privatizzazione al bene comune” (il 2 ottobre). Non sono mancati poi eventi culturali e aperture straordinarie. A Palermo la Fondazione Sicilia ha aperto le porte della sua sede, Palazzo Branciforte, offrendo gratuitamente visite guidate e laboratori per bambini. Lo stesso ha fatto la Fondazione Carichieti (il 4 ottobre) a Palazzo de Mayo e a Ravenna la locale Fondazione nel Complesso degli Antichi Orti Francescani. A Pescara la Fondazione Pescarabruzzo ha inaugurato la mostra fotografica “Radan, Inshallah. Domani, se Dio vuole” a cura del fotoreporter Stefano Schirato e della giornalista Jenny Pacini sulle violazioni dei diritti umani del popolo Saharawi, frutto di un duro reportage nel Sahara Occidentale. A Viterbo la Fondazione Carivit ha presentato il volume “Manipolarte”, un quaderno didattico sui laboratori di manipolazione dell’argilla e di decorazione della ceramica realizzati presso il Museo della Ceramica della Tuscia. A Treviso la Fondazione Cassamarca ha aperto al pubblico una nuova sala della sua sede, interamente dedicata ad accogliere le opere d’arte (oltre 3mila tra opere grafiche e dipinti) che Mons. Bortolan ha donato alla Fondazione nel 2008 (foto in alto a destra). A Siena la Fondazione Mps, all’interno di Palazzo Sansedoni, ha promosso l’evento “Ricordi. Viaggiatori in terra di Siena”, un’esposizione dedicata all’archivio fotografico Malandrini: una ricca raccolta di foto e cartoline d’epoca della città. La Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni ha proposto l’apertura straordinaria della mostra “Orneore Metelli. Il racconto della città che c'era”. La Fondazione Cariperugia ha presentato al pubblico la neocostituita “Fondazione CariPeru gia Arte”, che si occuperà di gestire le attività culturali della Fondazione, dalle mostre agli eventi. La Fondazione Monte di Pietà di Vicenza ha promosso il concerto-spettacolo a ingresso libero “Per Francesco. Santo di Terra, Uomo di Cielo” (il 5 ottobre). A Roma la Fondazione Bnc ha presentato l’attività svolta in 15 anni dalla sua società strumentale Bnc Assistenza, che eroga servizi di welfare in favore delle famiglie dei ferrovieri. Infine a Fossano la locale Fondazione ha reso pubblico il bilancio del primo anno di attività della Fon dazione di partecipazione “NoiAltri Fossano”, creata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano, la Diocesi e alcune organizzazioni del volontariato e del terzo settore, con l’obiettivo di rendere più organici i loro interventi nel territorio sul fronte del welfare. Infine diverse Fondazioni come quelle della Spezia, di Trieste, di Udine e Pordenone e Compagnia di San Paolo hanno aderito alla 2a Giornata Europea delle Fondazioni e dei Donatori con iniziative di comunicazione dedicate.