Presentazione

Nell'ottobre del 1924 si svolse a Milano, presso la sede della Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, il I Congresso Internazionale del Risparmio.

Ai lavori parteciparono le Casse di Risparmio di 26 Paesi con lo scopo di studiare gli Istituti ed i mezzi per la raccolta e per la tutela del Risparmio.

Il risparmio venne proposto come base dell'educazione non solo economica della società, da intendere quindi come disciplina fondamentale di tutta la comunità, per un uso migliore, individuale e sociale, della ricchezza.

Nella comunanza di tali ideali e propositi e a ricordo della prima riunione mondiale degli Istituti di risparmio, si decise che da quel momento in poi il 31 ottobre, giorno di chiusura del Congresso, sarebbe stato dichiarato in tutti i Paesi "giorno del risparmio": non giorno di ozio, ma di lavoro e condotta ispirati all'ideale del risparmio ed inteso a diffonderne con l'esempio, con la parola e con l'immagine, i principii.

 

 

Un giorno speciale, quindi, da dedicare alla celebrazione del risparmio.

 Nasceva così la Giornata Mondiale del Risparmio.

Da quel momento, l'attività di promozione del valore e delle "virtù" del risparmio raccolto e gestito dalle Casse di Risparmio di ogni parte del mondo diventava ancora più intensa, con un ricorso più attento e coordinato alle regole e agli strumenti della comunicazione.

In Italia il fenomeno assumeva una dimensione ancora più rilevante per quantità e qualità degli interventi, riflettendo anche il particolare ruolo che le Casse di Risparmio e Banche del Monte svolgevano a sostegno dell'economia del territorio e in risposta alle esigenze della collettività.

 

 

 

Anche quest'anno l'ACRI ha promosso ed organizzato la celebrazione della 76a Giornata Mondiale del Risparmio che si è svolta a Roma, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il 31 ottobre 2000, sul tema "Innovazioni e cultura del risparmio".

Il programma si è svolto con l'intervento in apertura dei lavori del Presidente dell'ACRI Avvocato Giuseppe Guzzetti, a cui hanno fatto seguito le relazioni del Governatore della Banca d'Italia Dottor Antonio Fazio e del Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica Professor Vincenzo Visco.

In conclusione della cerimonia sono stati consegnati, ai giovani risultati vincitori, le quattro borse di studio "Cesare Ferrero di Cambiano" ed i tre premi del 2° Concorso "Risparmio: racconta il tuo futuro" promosso dall'ACRI e dal Premio Grinzane Cavour, in collaborazione con il quotidiano "Il Sole 24 Ore". E' stato anche presentato l'opuscolo "Il risparmio oggi", una sintetica guida al valore, alla funzione e alla pratica del risparmio, destinata agli studenti delle scuole medie superiori.