Le Fondazioni e l'IMU

Le Fondazioni di origine bancaria sono soggetti privati senza fine di lucro aventi  lo stesso regime tributario degli enti non commerciali di cui all'art. 73, comma 1, lett. c), del Testo Unico delle Imposte sui Redditi.

 

Per quanto riguarda l'IMU, l'art. 7, comma 1, lett. i), del d.lgs. n. 504/92, prevede espressamente che sono esenti dall'imposta gli immobili degli enti non commerciali "destinati esclusivamente allo svolgimento con modalità non commerciali di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive, nonché delle attività di cui all'articolo 16, lettera a), della legge 20 maggio 1985, n. 222". 

 

Nel 2012, il legislatore, durante la conversione del decreto legge 10 ottobre 2012 n. 174 (successivamente convertito in legge 7 dicembre 2012, n. 213), all’art. 9, comma 6-quinquies ha espressamente previsto che “In  ogni  caso,  l'esenzione  dall'imposta  sugli immobili disposta dall'articolo 7, comma 1, lettera i), del  decreto  legislativo  30 dicembre 1992, n. 504, non si applica alle fondazioni  bancarie  di  cui al decreto legislativo 17 maggio 1999, n. 153”.

 

Con la nuova disposizione, dunque, solo le Fondazioni di origine bancaria sono state escluse dal suddetto regime di esenzione, previsto invece per tutti gli altri enti non commerciali, relativamente agli immobili destinati all'esercizio dell'attività avente rilevanza sociale.

 

Al di là del valore dell'agevolazione, la norma appare non solo fortemente discriminatoria nei confronti delle Fondazioni di origine bancaria, ma soprattutto costituisce un ulteriore vulnus alla parità di trattamento fra soggetti non profit, in cui viene sottovalutato il ruolo sussidiario riconosciuto loro e l’incoerenza  con l'art. 118 della Costituzione.

 

A fine 2014 il patrimonio immobiliare delle Fondazioni di origine bancaria era pari a 1,6 miliardi di euro e rappresentava il 3,4% dell'attivo, di cui una minima parte era destinata alle finalità indicate dal ricordato art. 7. 

Su tali immobili le Fondazioni di origine bancaria hanno pagato un'imposta di 5 milioni di euro.